CONTESTATA L'ASED DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BIANCO

Bianco 10 giugno 2017 - Nella riunione operativa che si è tenuta presso la sede municipale sono state formalmente contestate ad ASED le inadempienze contrattuali  che hanno causato maggiori oneri  finanziari  a carico  del Comune e che hanno costretto l’Ente a formulare una diffida ad adempiere. La riunione alla quale erano presenti  il Sindaco Aldo Canturi, responsabile temporaneo  dell’Area Tecnico-Manutentiva, il Vicensindaco Pasquale Ceratti  che aveva sollevato per primo la questione sui media  e sui social, l’Assessore al ramo  Macrì , L’Assessore Bonfà e alcuni Consiglieri comunali per il Comune di Bianco  e l’Amministratore Giudiziario dell’ASED,  Avv. Laboccetta, si è svolta in un clima di aperta collaborazione e confronto  serrato. La ditta si è impegnata a valutare la proposta transattiva da formularsi da parte del Comune di  Bianco  in merito  ai maggiori  oneri finanziari causati all’Ente dal  ritardato decollo  della raccolta differenziata causata da disservizi della ditta. Si è giunti  alla conclusione che gli eventuali  oneri  derivanti  dal ritardato decollo  della raccolta differenziata devono  essere condivisi anche dal punto di vista finanziario da ASED, proprio in virtù di una condivisione di responsabilità obiettivamente constatata non potendo gravare esclusivamente sul bilancio  comunale e sui  cittadini. Partendo  da questo tentativo di accordo, scaturito dall’analisi della gestione ASED pre Amministrazione giudiziaria, e considerato il nuovo spirito collaborativo emerso dopo i chiarimenti necessari tra Amministratori Giudiziari e Amministratori comunali, le parti si sono impegnate ad operare congiuntamente, principalmente attraverso comunicazioni formali e puntuali su ogni eventuale futuro disguido operativo nella logica di una piena collaborazione, consapevoli  che una rottura tra Azienda e Comune  in questo momento  causerebbe  disagi importanti alla popolazione e all’Azienda stessa. L’Amministrazione comunale ha anche chiesto di poter fornire una short list di  disoccupati bianchesi  forniti di adeguata esperienza alla quale ASED possa eventualmente attingere  al bisogno  per la pulizia della cittadina.  Ha, altresì, chiesto  che la raccolta della plastica venga effettuata settimanalmente come fortemente invocato dalla cittadinanza. L’ASED si  è impegnata ad una maggiore operatività e collaborazione con le strutture amministrative e tecniche del Comune chiedendo  impegno  a saldare il debito pregresso  oggetto  di  eventuale transazione e le spettanze future con puntualità. Riguardo maggiore impegno  di sensibilizzazione della popolazione richiesto dall’Ente, si svolgeranno giornate ecologiche estive  per rilanciare la raccolta differenziata giunta,  ad oggi, al 40% circa, cercando  di contrastare congiuntamente i fenomeni  di abbandono  indiscriminato  di rifiuti, causa di inquinamento  ambientale e già segnalato  dalla Prefettura  con nota dedicata. “Nella speranza che il rapporto  ASED/Comune di  Bianco possa proseguire proficuamente, ha detto Canturi, ci si è impegnati formalmente ad aprire un tavolo  tecnico  di confronto non appena definita la proposta transattiva e solo  dopo l’eventuale accettazione di ASED che dovrà sottoporla, a sua volta, all’autorità competente dando della buona volontà dimostrata da ASED che in relazione alla giornata ecologica di pulizia spiaggia dell’11 giugno, (giornata di  volontariato sociale promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con singoli  cittadini, associazioni, Proloco, ditte di Bianco che presteranno la loro opera gratuitamente con la supervisione della Capitaneria di Porto) si è impegnata a fornire un mezzo pulisci spiaggia fino  ad oggi  non disponibile per problemi  tecnici ma che, per l’11 giugno  ASED si è  detta disponibile a fornire prendendo atto che l’iniziativa di volontariato supplisce alla mancata pulizia della spiaggia, oggetto di capitolato, da parte di ASED.